Home » Archivio » Il quadro nazionale delle fonti energetiche rinnovabili

Il quadro nazionale delle fonti energetiche rinnovabili

Il quadro nazionale delle fonti energetiche rinnovabili - CESAB

 

 

Uno studio CESAB sulle fonti di energia rinnovabile in Italia pubblicato nel numero 2 della rivista "L'Ambiente", (2012)

 

 

 

Partendo dal Rapporto sull’Energia 2009 dell’ENEA, si delinea un quadro complessivo delle principali fonti di energia rinnovabile in Italia: l’eolico, il solare termico a concentrazione, l’energia da biomasse, il solare fotovoltaico. Queste rappresentano un valido supporto verso il mix energetico a cui dovrebbe orientarsi la politica energetica italiana per ottenere l’indipendenza dall’estero e di ridurre i costi dell’energia.

In questo studio, dal titolo "Le fonti di energia rinnovabile in Italia", pubblicato nel numero 2 della rivista "L'Ambiente", (2012), è rappresentato il quadro aggiornato della situazione energetica nazionale.

San Marino Green Festival 2020

San Marino Green Festival 2020 - CESAB

OltreFestival Online

SOSTIENI IL CESAB

SOSTIENI IL CESAB - CESAB

Campagna Donazioni

CNC 2020 Natura Dalla Finestra

CNC 2020 Natura Dalla Finestra - CESAB

City Nature Challenge

CESAB partner del San Marino Green Festival

CESAB partner del San Marino Green Festival - CESAB

Edizione 2020

CESAB Lead Partner del City Nature Challenge 2020

CESAB Lead Partner del City Nature Challenge 2020 - CESAB

Cluster Italia

Progetto Bioagropro

Progetto Bioagropro - CESAB

Collegamento al sito dedicato

Il CESAB partner del progetto Food Innovation Hub

Il CESAB partner del progetto Food Innovation Hub - CESAB

L'innovazione in agricoltura

Il CESAB partner del progetto SeaBootCamp

Il CESAB partner del progetto SeaBootCamp - CESAB

Seconda Edizione 2019

Elenco completo pubblicazioni

Elenco completo pubblicazioni - CESAB

Pubblicazioni recenti

Pubblicazioni recenti - CESAB

CESAB

CESAB

CESAB

CESAB

CESAB

CESAB

"Biomasse e biocarburanti: l’analisi della sostenibilità"

CESAB

"Le origini dell'etica giornalistica"