Home » Progetto Chiesaecologica

Progetto Chiesaecologica

 - CESAB

Progetto di ricerca sulla sostenibilità ambientale nella Chiesa

La prima ricerca realizzata a livello internazionale sulla diffusione dei concetti relativi all'ecologia e alla sostenibilità ambientale nelle parrocchie e negli istituti religiosi

 

Vedi qui la rassegna stampa e il programma della conferenza


Si è svolta il giorno 27 giugno la conferenza stampa di presentazione del progetto di ricerca Chiesaecologica, promosso dal Cesab (Centro di ricerche in scienze ambientali e biotecnologie), dalla Facoltà di bioetica dell'Ateneo pontificio Regina Apostolorum, dalla Facoltà di scienze della comunicazione dell'Università Lumsa e sostenuto dalla pastorale universitaria del Vicariato di Roma e dalle società Metaenergia e Tegma. All'evento hanno partecipato il responsabile dell'Ufficio pastorale universitaria della Diocesi di Roma, monsignor Lorenzo Leuzzi, il rettore dell'Ateneo pontificio Regina Apostolorum, padre Pedro Barrajon Lc, il presidente del corso di laurea in Scienze delle Comunicazioni della Libera Università Maria Santissima Assunta Lumsa, Donatella Pacelli, il presidente del Centro ricerche in scienze ambientali e biotecnologie Cesab, Ercole Amato, il presidente e amministratore delegato di Metaenergia Spa, Maurizio Molinari e il presidente e amministratore delegato di Tegma Spa, Antonio Tucciarone.

  

 

Il Progetto

  

Le tematiche ambientali assumono nel magistero importanza sempre crescente. La sensibilità per la salvaguardia del creato è definita da Benedetto XVI come uno dei "segni dei tempi" da saper cogliere (Udienza Generale, 28/11/2012). Inoltre la via del dialogo sui temi ambientali è rilevante nella linea dell'ecologia umana, cioè è utile per "vincere le moderne sordità",  come dice Benedetto XVI (24/07/2007,  INCONTRO CON IL CLERO DELLE DIOCESI DI BELLUNO-FELTRE E TREVISO) e per sensibilizzare all'accoglienza di ogni vita umana e al rispetto della famiglia.

  

Per diventare operativa, questa sensibilità ecologista richiede determinate conoscenze e competenze, in grado di indicare i criteri utili a definire il rapporto che le comunità umane dovrebbero intrattenere con il territorio in cui sono radicate. Si inserisce in questa necessità di nuove competenze l’attenzione verso le diverse forme di energia rinnovabile (solare, eolica, marina, geotermica, …) e, più in generale, verso le modalità di produzione ed uso dell’energia che permettono uno sviluppo sostenibile, come ad esempio le politiche di efficientamento energetico.

  

Allo scopo di permettere un maggiore sviluppo dell’attenzione da parte delle parrocchie e degli istituti religiosi verso questi temi si è ritenuto opportuno, di concerto con l’Ufficio Pastorale Universitaria della Diocesi di Roma, verificare in modo preliminare il livello di diffusione tra le comunità parrocchiali e religiose degli insegnamenti relativi all’ecologia umana e alla salvaguardia del creato, nonché l’uso e la percezione delle fonti di energie rinnovabili da parte delle parrocchie e degli istituti religiosi.

  

La ricerca potrà, infatti, servire da stimolo ad affrontare in modo più scientifico ed efficace le problematiche legate alla conservazione e alla gestione efficiente del patrimonio architettonico ed artistico ecclesiastico e religioso.

  

A tale scopo è stato elaborato uno studio, realizzato e gestito direttamente dal CESAB, Centro Ricerche in Scienze Ambientali e Biotecnologie, in collaborazione con la Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Per la parte relativa all’attività di analisi sulla comunicazione ambientale il CESAB si avvarrà della collaborazione della Facoltà di Scienze delle Comunicazioni dell’Università LUMSA di Roma. Il supporto editoriale sarà assicurato dalla principale agenzia di stampa di ambito cattolico, Zenit, che garantirà la massima diffusione tra gli enti religiosi delle notizie concernenti l’iniziativa.

  

La ricerca ha il patrocinio dell’Ufficio Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma.

  

Lo studio prevede inizialmente il raggiungimento di una platea di almeno 80 fra parrocchie, comunità, istituti religiosi e scuole cattoliche della diocesi di Roma.

  

Scopo finale del progetto è quello di sensibilizzare gli enti e istituti religiosi, nonchè le comunità parrocchiali, in merito al tema della salvaguardia degli edifici religiosi, intesa come efficienza nella cura del bene. Le conseguenze positive di una tale maggiore presa di coscienza sull’argomento sono rilevanti in termini di sviluppo del processo generale di efficientamento, tenuto conto della vastità del patrimonio ecclesiastico.

  

La ricerca si compone di due parti:

  

Parte a) Comunicazione ambientale: Studio sulla comunicazione e sull’approccio che parrocchie, comunità, istituti religiosi e scuole cattoliche, hanno nel settore dell’ecologia e dell’ambiente attraverso la somministrazione di un questionario;

  

Parte b) Studio energetico: Uno studio in tale settore rappresenta un’occasione importante di impulso nel settore della ricerca. Tale iniziativa mira ad incoraggiare parrocchie, istituti, scuole e comunità religiose ad esaminare dettagliatamente la loro situazione ecologica ed ambientale, e costituisce uno stimolo su come individuare punti deboli, inefficienze ed errori d’applicazione. Naturalmente, una volta individuati tali punti deboli, il progetto invita a cercare soluzioni per migliorare le condizioni degli ambienti.

  

I risultati della ricerca saranno presentati il 14 maggio 2014 durante un convegno organizzato presso la LUMSA nell’ambito della Settimana delle Scienze della Comunicazione del Vicariato di Roma dal titolo “Comunicazione sociale e mass media: il caso della comunicazione ambientale presso le parrocchie romane”, al quale parteciperanno rappresentanti della Santa Sede e del Vicariato.

  

 

   Agenzia Fides   

Organo di informazione delle Pontificie Opere Missionarie

 29 marzo 2014

 

La chiesa cattolica latina dei dodici Apostoli a Zarqa è la prima parrocchia del Medio Oriente a aver impiantato un sistema di sfruttamento dell'energia solare che permette di soddisfare buona parte delle esigenze di consumo energetico parrocchiale. Lo conferma all'Agenzia Fides il parroco Elias Kurzum, che per primo tra i pastori delle comunità ecclesiali mediorientali ha pensato di sfruttare a scopi energetici la forte irradiazione solare che segna l'intera regione.  continua a leggere.... 

  

  

Avvenire

25 aprile 2014

Parrocchie e oratorio pensano "verde"

L'Indagine

Il Progetto Chiesaecologica vede coinvolte 83 comunità di Roma sul tema dell'efficienza energetica

 - CESAB

  Convegno Presentazione Risultati 

  Progetto Chiesaecologica 

14 maggio 2014  Università LUMSA

 Piazza delle Vaschette 101   Roma

Rassegna stampa convegno finale:   Il Tempo,   Avvenire

 

Ogni informazione relativa al progetto e tutta la documentazione correlata possono essere richieste a:

 
Cesab - Centro di ricerche in scienze ambientali e biotecnologie
Progetto Chiesaecologica

Tel. 06/92956634

Mob. +393921676465
chiesaecologica@cesabricerche.it

  

I parroci o i responsabili di istituti ecclesiastici o religiosi che avessero interesse a partecipare allo studio possono contattare il CESAB ai recapiti sopra indicati

  

Il progetto ha preso il via il 15 luglio 2013. E' stato dato inizio agli incontri con i parroci che saranno progressivamente contattati dai due nuclei di rilevatori della LUMSA, dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e della Steadfast Foundation, coordinati dal CESAB

  

Una delle prime parrocchie raggiunte è stata San Fulgenzio, dove è stato intervistato il parroco emerito don Giorgio Alessandrini.

"I temi legati al rispetto dell'ambiente ritengo siano molto importanti", ha riferito, tra l'altro don Giorgio " Il consiglio che darei? Direi ai miei parrocchiani di insistere tra gli insegnanti, nelle scuole, laddove è raggiungibile la totalità dei ragazzi. Andrebbero avviate iniziative in ordine alla generale responsabilità e all’elementare senso civico. E’ importante perché la sensibilità media per i beni comuni è scarsa rispetto a quella per i beni privati".

  

Fra i religiosi che partecipano al progetto Chiesaecologica anche il Rettore del convitto Don Bosco di via dei Salesiani a Roma, Don Silvano Massari.

Don Silvano, in merito al ruolo della sostenibilità ambientale nelle parrocchie e nei luoghi religiosi italiani, ha dichiarato "Ogni buon cristiano deve seguire l'ambiente e rispettarlo. L'approccio della Chiesa è quello della continuazione dell'opera del creatore. Noi qui nel convitto ci stiamo occupando anche del rispetto dell'ambiente".

Stando alla ricerca che si sta conducendo, nel convitto sono già state avviate alcune iniziative di rispetto dell'ambiente e di risparmio energetico. Si è promossa una campagna legata alla diminuzione dei consumi energetici con il cambio delle lampadine passando parzialmente alla illuminazione a led.

Nell'ambito del progetto Chiesaecologica si sta elaborando uno studio per lo sviluppo presso il convitto di sistemi di efficientamento allo scopo di contenere i consumi energetici

  

La necessità di recuperare un modello di sviluppo della tecnologia basato su una concezione responsabile ed etica, principio di riferimento delle tematiche di studio del progetto Chiesaecologica, è stata ribadita da Mons. Silvano Tomasi, osservatore della Santa Sede presso le Nazioni Unite, a Ginevra per il Segmento ad alto livello 2013 del Consiglio economico e sociale, secondo il quale la tecnologia non può prescindere dalla cultura che "è una risorsa strategica per lo sviluppo umano efficace, che deve comprendere il miglioramento della dignità umana, della libertà individuale, sociale e politica". Leggi qui l'intervento tenuto il 4 luglio a Ginevra.

  

Il card. Francesco Coccopalmerio, presidente del Pontificio Consiglio per i testi legislativi, intervenendo al seminario di alto livello che si è svolto agli inizi di settembre alla Casina Pio V, la prestigiosa sede della Pontificia Accademia delle scienze in Vaticano sul tema “Povertà, beni pubblici e sviluppo sostenibile. Le sfide globali del nuovo millennio”, ha sottolineato come non possa essere considerato giusto ed equo un mondo "...incapace di un uso razionale e sostenibile delle risorse, di una migliore distribuzione dei beni della terra, di prendere decisioni lungimiranti per arginare gli effetti del cambiamento climatico...".
"Oggi - ha osservato mons. Coccopalmerio - il tema della povertà si intreccia anche con altri temi interdipendenti: la cura dell’ambiente, la sostenibilità urbana, la sostenibilità energetica, la crescita economica che dev’essere guidata da criteri nuovi, il consumo di suolo che vede tanti edifici vuoti e inutilizzati a fronte di tante nuove costruzioni spesso realizzate in aree a rischio”.

  

Puntare a sostenibilità anche negli oratori

“Parlare di sostenibilità nelle Chiese e nei luoghi religiosi italiani vuol dire avere una attenzione profonda al Magistero e un percorso radicale che possa portare le Chiese a diventare 'oasi di luce'. Qui, dunque, si può sperimentare più che in ogni altra zona del Paese, su come creare strutture a basso impatto ambientale, sotto tanti punti di vista”. Lo dichiarano in una nota dal Cesab. “Gli oratori – spiegano dal Cesab – sono luoghi dove forse più che in altri si può ragionare in termini di sostenibilità. I consumi di energia possono ridursi attraverso soluzioni spesso poco costose ed invasive. Attuando politiche di sviluppo sostenibile gli enti religiosi possono risparmiare, e risparmiando possono donare di più a coloro che sono in difficoltà. La parrocchia può diventare un modello per l'intero territorio in fatto di accoglienza, rispetto per l'ambiente, efficienza, perché la parrocchia è un esempio privilegiato per tutti e quindi quello che si fa al suo interno diventa un riferimento per altri. Una migliore gestione energetica degli immobili religiosi può consentire di attivare servizi pastorali strategici per la diffusione del magistero come ad esempio la proiezione in diretta dell'udienza del Papa del mercoledì, o eventi che necessitano di energia supplementare utile per sviluppare ulteriori iniziative; rende possibile fornire una maggiore accoglienza, come ad esempio teatro per ragazzi, campi di calcio illuminati, sale per oratorio sempre illuminate e riscaldate.”.

  

  

  

Il Papa auspica "stili di vita sostenibili sul piano umano ed ecologico" 

Il messaggio del Santo Padre ai partecipanti al X Forum internazionale dell'informazione per la salvaguardia del creato

  

Papa Francesco ha espresso il rinnovato interesse della Santa Sede per i temi ambientali.

Il Santo Padre ha inviato un messaggio ai convegnisti, esortando alla sensibilizzazione per la diffusione di uno stile di vita sostenibile sul piano umano ed ecologico.

Leggi tutto.....

 - CESAB

L'agenzia di stampa ZENIT pubblica settimanalmente la rubrica "Chiesa e ambiente" dedicata al progetto Chiesaecologica. Di seguito i link degli articoli già pubblicati:

  

 

"Il rispetto dell'ambiente fa parte della vocazione cristiana"

Don Davide Martini, viceparroco di Santa Maria del Buon Consiglio a Roma, interviene a un incontro del CESAB

Parrocchie all'avanguardia nello Sviluppo Sostenibile

Il progetto "Chiesa Ecologica" si prefigge di favorire la tutela, l'adeguamento ambientale, l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare ecclesiastico

Chiesaecologica. Come fare per sentire una preghiera in chiesa

Grosse difficoltà da parte dei fedeli a comprendere bene le parole della funzione religiosa per un riverbero eccessivo del suono nei luoghi religiosi

Una coscienza di base per salvaguardare i beni del creato

Il rispetto dell'ambiente visto dal parroco di Santa Maria di Guadalupe, a Roma

Rispetto dell'ambiente, importante soprattutto per giovani

Don Francesco Cerini, parroco dei Santi Protomartiri Romani, spiega l'importanza dei progetti di ecologia umana

"Parlare di ambiente anche a livello filosofico e morale"

Lo afferma don Giancarlo Manieri, direttore dell'Opera salesiana don Bosco di viale dei Salesiani a Roma

Chiesaecologica: Rilanciare messaggio sostenibilità a radio e tv

L'opinione di Don Felice, parroco di Santa Maria Ausiliatrice, a Roma

Chiesaecologica, don Plinio: Risparmiare per donare di più a chi è in difficoltà

"Le politiche di sviluppo sostenibile sono importanti, tanto che le istituzioni dovrebbero pensare oltre le agevolazioni", dice il parroco di Santa Maria Stella Maris di Roma

Chiesaecologica, Amato (Cesab): Concetto di "doppia sostenibilità" alla base della salvaguardia del creato e dell'uomo

Per il presidente del Centro, il pontificato di papa Francesco si sta caratterizzando per la sua sostenibilità sia valoriale e morale che ambientale'

"Fondamentale la sensibilizzazione sull'ecologia umana"

Intervista a Emmanuele Di Leo, presidente della Steadfast Onlus, organizzazione che sostiene il progetto di ricerca Chiesaecologica promosso dal Cesab

"Il benessere dell'ambiente dipende da noi"

La testimonianza di don Alessandro Zenobbi, parroco di San Policarpo a Roma, che ha partecipato al progetto Chiesaecologica

Chiesaecologica, il Gallo Verde: marchio di qualità made in Germany

L'idea di chiese ecologicamente sostenibili è nata nel 2001 nel Baden-Württemberg 

La Valdese di Milano è primo istituto italiano con "Gallo Verde"

Sono state anche elaborate alcune linee guida teologiche e un Gruppo di acquisto solidale 

Chiesaecologica: Nella Genesi la ragione dello sviluppo sostenibile  

Lo ha detto il parroco della parrocchia di San Pancrazio di Roma, don Ernest Jan Zielonka

 - CESAB

Chiesaecologica: Vademecum per i parrocchiani per la trasparenza energetica

Prevenzione, ripristino e "lista nera"

Chiesaecologica: Pensiero del cardinale Coccopalmerio testimonia interesse Chiesa per sviluppo sostenibile

Lo ha detto Ercole Amato, presidente del Centro di ricerche in scienze ambientali e biotecnologie (Cesab) accreditato presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Chiesaecologica: l'esempio di Ruffano (Lecce)

Le buone pratiche delle parrocchie italiane

Chiesaecologica: l'esperienza di Alessandria

Le buone pratiche in Italia

Fondamentale comunicare lo sviluppo sostenibile nel mondo religioso

Intervista a Giampiero Valenza, responsabile del Dipartimento di comunicazione e giornalismo ambientale del Cesab

Ospedali cattolici, a San Giovanni Rotondo la mensa è a "filiera corta"

La Casa Sollievo della Sofferenza, voluta da San Pio da Pietrelcina, punta alla sostenibilità ambientale

Chiesaecologica: Seguire il pensiero della Chiesa per rispettare l'ambiente

Intervista a Roberto Minerdo (Metaenergia): "Fondamentale la responsabilità sociale d'impresa e seguire le parole di Papa Francesco"

Sviluppo sostenibile: l'esempio di Santa Caterina nell'imolese

Nella struttura a Casola Canina sono stati installati alcuni pannelli fotovoltaici da 9 kilowatt di potenza "per motivi ecologici ed economici", spiega il parroco don Massimo Martelli

Ecologia, nella Pacem in terris il "bene comune universale"

Sulla universalità fondata sul principio della dignità di ogni persona umana si colloca il progetto "Chiesa ecologica" per lo sviluppo sostenibile delle parrocchie romane 

Ambiente: Con universitari rifletteremo su rispetto opera creatore

Lo ha dichiarato a Zenit il rettore del convitto Don Bosco di via dei Salesiani a Roma, Don Silvano Massari

Chiesaecologica, Tucciarone (Tegma): Rispettare l'ambiente per sostenere di più rete solidale parrocchie

Ne è convinto l'amministratore delegato dell'impresa che con Metaenergia si occupa di sviluppo sostenibile 

Ecologia, don Giorgio (San Fulgenzio): parrocchiani insistano, educare i ragazzi nelle scuole

L'opinione di un parroco romano sull'impegno della Chiesa per lo sviluppo sostenibile 

Chiesaecologica, Molinari (Metaenergia): "Coniughiamo il cammino di fede con il rispetto dell'ambiente"

La "green economy" può aiutare il recupero di valori morali 

Chiesa e ambiente: partito il progetto "Chiesaecologica"

Al via la prima ricerca mondiale sulla sostenibilità ambientale delle parrocchie italiane. Nell'ambito dell'iniziativa anche "Bolletta buona", progetto di Metaenergia per l'alimentazione scolastica

I Partner del progetto

I Partner del progetto - CESAB

  

 

CESAB

  

Il Cesab, Centro Ricerche in Scienze Ambientali e Biotecnologie, è un istituto scientifico, di ispirazione cattolica, nato nel maggio 2010. Collabora con numerose università, centri di ricerca ed associazioni scientifiche e culturali. Opera in Italia e all'estero (soprattutto in Africa e nell'Est Europa). E' accreditato presso l'Ateneo pontificio Regina Apostolorum. Il Cesab ha il compito di fare ricerca nel settore dell’energia e dell’ambiente. Si avvale di diverse professionalità per studi psicologici, statistici, tecnici.

 

 

PONTIFICIO ATENEO REGINA APOSTOLORUM

  

Il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum è un'istituzione universitaria cattolica promossa dalla congregazione religiosa dei Legionari di Cristo e dal movimento ecclesiale Regnum Christi.L'Ateneo fu eretto canonicamente dalla Congregazione per l'Educazione Cattolica il 15 settembre 1993 con le Facoltà di  Teologia e Filosofia, cui si aggiunsero l’Istituto Superiore di Scienze Religiose collegato alla Facoltà di Teologia e la Facoltà di Bioetica. L'11 luglio 1998 papa Giovanni Paolo II concesse il titolo di "Pontificio".

 

 

LIBERA UNIVERSITÀ MARIA SANTISSIMA ASSUNTA

  

La Libera Università Maria Santissima Assunta è stata fondata come magistero nel 1939 ed è diventata libera università nel 1989. E' profondamente impegnata nel settore della comunicazione: nel suo piano di studi corsi di laurea triennali in Scienze della comunicazione, informazione e marketing, un corso di laurea magistrale in produzione culturale, giornalismo e multimedialità, un master di I livello in giornalismo e uno di marketing e organizzazione degli eventi.

  

  

PASTORALE UNIVERSITARIA DEL VICARIATO DI ROMA

  

L'Ufficio diocesano della pastorale universitaria nasce nel 1991 per felice intuizione del beato Giovanni Paolo II. La Pastorale Universitaria promuove un progetto culturale e formativo che consideri l'uomo nella sua totalità e che unifichi, in una visione umanistica globale, le acquisizioni di ogni branca del sapere.

 

 

ZENIT

  

Zenit è una agenzia di informazione internazionale no-profit formata da una équipe di professionisti e volontari convinti che la straordinaria saggezza del Pontefice e della Chiesa cattolica, possa alimentare la speranza e aiutare l’umanità tutta a trovare verità, giustizia e bellezza.  Il suo obiettivo è quello di raccogliere e diffondere le informazioni con la massima professionalità, fedeltà e servizio alla verità. Pubblica e traduce le parole, i messaggi, i documenti, gli interventi, l’Angelus e l’Udienza generale del Romano Pontefice, riporta e spiega quanto avviene nei Dicasteri della Curia Vaticana, nelle Università Pontificie, nelle Conferenze Episcopali, nei santuari nelle Diocesi e nelle parrocchie.  

 

 

TEGMA

  

Tegma Spa è una società di servizi energetici che ha studiato soluzioni tecnologiche e progetti innovativi per l’efficienza energetica, acquisendo una forte competenza nella progettazione di soluzioni impiantistiche altamente specializzate nelle bioenergie e nella sostenibilità ambientale, sia nel settore civile che industriale, a livello internazionale. Attualmente, Tegma ha in corso un’importante operazione di sviluppo in America Latina che riguarda la biosostenibilità.

 

 

METAENERGIA SPA

  

Dal 2010 Metaenergia fornisce energia elettrica e gas a tutti i livelli target: corporate, retail, domestico ed Energy Service Company, per servizi di efficienza energetica. Metaenergia è tra i primi operatori italiani del settore energetico ed eroga servizi a oltre 4 mila società. E’ in possesso delle certificazioni Iso 9001:2008; Iso 14001:2004 e dei documenti Accredia RT-09; Bs Ohsas 18001:2007 e Sincert RT-12. E’ partner di Fiera Milano e associata ad Assoelettrica (Confindustria). Metaenergia fa parte dell’Excellence Club del Wfp Italia (iniziativa sociale dedicata all’eccellenza delle aziende italiane). 

CESAB

ELENCO COMPLETO PUBBLICAZIONI

Pubblicazioni recenti

Pubblicazioni recenti - CESAB

CESAB

CESAB

CESAB

CESAB

"Biomasse e biocarburanti: l’analisi della sostenibilità"

CESAB

"Giornalismo ambientale"

CESAB

"Una storia dei rifiuti: dalle origini alla civiltà romana"

CESAB

"Tecnologie dei sistemi energetici a bassa entalpia"

CESAB

Pubblicazione risultati progetto Termoflow

CESAB

"Le origini dell'etica giornalistica"

CESAB

"Lo sviluppo sostenibile"

CESAB

"Valutazione ambientale del decomissioning di un impianto fotovoltaico"